hotel economico firenze
via masaccio 228 Firenze - tel/fax +39 055 578153 - hotelmasaccio@yahoo.it English Italiano espanol japanese

hotel economico firenze

friendly hotel firenze

S.Andrea Masaccio

Trittico Masaccio

L'ARTISTA MASACCIO

Fu proprio Masaccio il più giovane di tutti i pittori che siano stati giovani prima, durante e dopo di lui, in pochi anni di gioventù, a compiere il miracolo di risvegliare la pittura e di rianimarla con un'urgenza di vita, finalmente reale e terrena, che mai aveva avuto prima di allora" (Libero de Liberi).

«Dopo questo [Giotto] l'arte ricadde, perché tutti imitavano le fatte pitture, e così andò declinando, insino a tanto che Tommaso fiorentino, scognominato Masaccio, mostrò con opra perfetta come quegli che pigliavano per altore altro che la natura, maestra de' maestri, s'affaticavano invano.»(Leonardo da Vinci)

I maestri su cui Masaccio si forma sono Giotto, Brunelleschi e Donatello, esso comprende profondamente il valore dell' "Uomo Nuovo", il suo essere nella società, il significato della prospettiva brunelleschiana ed il senso di intensa umanità di Donatello

La carriera artistica di Masaccio, benché brevissima è fortemente innovativa, con lui la pittura inizia un nuovo corso, con lui la storia dell'arte inizia un nuovo corso.

L'uomo diventa un individuo autentico con passioni, sentimenti, ancorato alla fisicità ed alla concretezza della vita reale. Masaccio è il primo artista rinascimentale che ha saputo cogliere ed interpretare la realtà più profonda e più quotidiana dell'uomo, nella sua pittura la rigorosa costruzione prospettico spaziale, il sapiente uso del chiaroscuro e del colore, si accompagnano ad un profondo contenuto umano e morale espresso con intensa e tragica drammaticità. Innovatore e precursore, Masaccio ha condizionato con le sue opere artisti del calibro di Leonardo, Michelangelo, Raffaello, tanto per citare i più famosi, soprattutto per le soluzioni adottate nel riprodurre il più fedelmente possibile la teoria della prospettiva che proprio in quegl'anni prendeva forma e sostanza.

A questo proposito vale la pena ricordare una delle sue più straordinarie opere ovvero l'affresco "La Trinità" presso la Chiesa di S. Maria Novella a Firenze, dove il Masaccio ricrea in maniera geniale la prospettiva pittorica facendola coincidere con l'occhio dell'osservatore "illudendolo" con la riproduzione di uno spazio che non esiste ma che il nostro occhio ingannato percepisce come reale

Masaccio Michelangielo - Giotto - Raffaello - maestri di Firenze